Betting Exchange

La Betting Exchange (borsa scommesse) funziona come un mercato, simile alla Borsa vera e propria, per le scommesse effettuate tra due o più giocatori con pareri opposti. In realtà, quindi, la controparte della vostra scommessa non sarà un bookmaker, ma uno o più scommettitori come voi. Questo sistema di scommesse offre agli scommettitori molto di più, ad esempio quote migliori, scommesse con soldi finti e l'opportunità di non scommettere se il prezzo desiderato non viene mai offerto. Proprio come avviene con titoli, azioni, warrant e opzioni, la terminologia a volte potrebbe essere diversa, ma i principi fondamentali della borsa scommesse sono esattamente gli stessi del mercato finanziario.

Si tratta della soluzione ideale per i coraggiosi, soprattutto per i coraggiosi che hanno molti soldi; invece, per coloro che scommettono piccole somme o sono nuovi di questo mondo, ci sono sempre istruzioni chiare e semplici sulle modalità di partecipazione, e, se le vostre quote sono realistiche, la somma che giocate sarà quasi sicuramente recuperata. Tutti gli scambi prevedono una puntata minima che su Betfair.it, ad esempio, è di 3 €.

Quando entrate nella borsa scommesse, ad esempio in quella di Betfair, vedrete un insieme di quote e di volumi. Essi rappresentano le offerte di scommesse piazzate dagli altri membri della borsa. Ecco una situazione tipica, che rappresenta il mercato riguardante la vittoria del Regno Unito in una Coppa Europea:

 BackLay
Quotes4.704.805.005.10
Volume (eur)200010005003000

Scommesse a favore (Back)
Potete scommettere che il Regno Unito vinca con la quota di 4.80 e con puntata massima pari a 1.000 €. Questo significa che gli altri scommettitori della Borsa vi offrono la quota massima di 4.80, e la somma massima che stanno puntando è pari a 1.000 €.

Se volete scommettere sulla vittoria del Regno Unito, quindi, 4.80 è la quota massima che potete ottenere in questo momento. Se scommettete 200 € con questa quota, la scommessa sarà immediatamente piazzata. Tuttavia, potreste pensare che queste quote non sono sufficienti, quindi potreste fare un’offerta per una puntata di 200 € a quote maggiori, ad esempio affermando che volete scommettere quella somma alla quota di 4.90. Quest’offerta starà sul mercato finché, in un modo o nell’altro, ci sarà qualcuno che l’accetterà, e solo in quel momento voi potrete scommettere. La maggior parte dei mercati di scommesse, come Betfair.it, informerà lo scommettitore se la scommessa viene accettata oppure se non viene accettata e rimane quindi in sospeso.

Ritornando alla situazione in cui la scommessa di 200 € con la quota di 4.80 è stata accettata, i 200 € sono stati bloccati sul vostro account di Betsson. Se il Regno Unito diventerà effettivamente campione, vi sarà corrisposta la somma scommessa e in più riceverete il profitto derivante dalla vostra scommessa. 200 x (4.80—1) = 760 €. Se il Regno Unito non diventerà campione, avrete perso la scommessa e i 200 € andranno alla vostra controparte nello scambio.

I facilitatori del mercato delle scommesse, come Betfair o altri, non sono interessati a quale delle due parti vince o perde: ciò che forniscono è un meccanismo efficace e anonimo per inserire e accettare offerte di scommessa un meccanismo che, cosa fondamentale, vi garantisce che le vincite siano effettivamente pagate. Quando si inizia una scommessa contro qualcuno, la potenziale perdita altrui verrà presa dal loro account e messa sul mercato; il mercato la conserverà finché non sarà piazzata la scommessa, per garantirvi che la vincita vi possa esser pagata.

Se ritorniamo all’esempio, vedrete che sono disponibili offerte per scommettere sul Regno Unito sia alla quota di 4.80 sia a quella di 4.70. Supponete di voler scommettere un totale di 2.000 € sul Regno Unito. Avete la possibilità di scommettere 1.000 € alla quota di 4.80 e gli altri mille € alla quota di 4.70. In totale, questo equivale a scommettere 2.000 € alla quota media di 4.75. A volte, il volume messo a disposizione al prezzo migliore è abbastanza esiguo. Per questa ragione è importante sapere quali sono il secondo e il terzo miglior prezzo e quasi tutte le Borse scommesse mettono a disposizione quest’informazione immediatamente.

Scommettere “contro” (Lay)
Quando la vostra scommessa di 200 € alla quota di 4.80 a favore della vittoria del Regno Unito è stata piazzata, una o più persone hanno assunto la posizione opposta, cioè hanno fatto una "scommessa contro".

Anche voi potete scommettere sul fatto che un determinato risultato non si verifichi: quest'opportunità, di solito, non è disponibile sui siti dei bookmaker tradizionali ed è uno dei principali vantaggi delle borse scommesse.

Quando scommettete a favore di un risultato, volete che le quote della scommessa siano il più alte possibile. Viceversa, se state scommettendo “contro” vorrete offrire quote il più basse possibile agli scommettitori con visioni opposte alle vostre, ma cercherete di rimanere competitivi con gli altri "scommettitori contro". Quindi, nella situazione descritta sopra, la miglior possibilità per voi al momento è quella di scommettere contro il Regno Unito a una quota di 5.00. Potreste offrire quote persino inferiori, ma l’offerta all’inizio sarebbe ignorata da tutti, e potrebbe rimanerlo anche per molto tempo, a seconda dei prezzi che gli altri “scommettitori contro” desiderano offrire e della somma che uno scommettitore “pro” desidera puntare.

Supponete di voler scommettere 50 € “contro” a una quota di 5.00. Se il Regno Unito perde, riuscirete a ottenere i soldi di chi ha scommesso “a favore” e così avrete una vincita netta di 50 €. Se il Regno Unito vince, dovrete pagargli la sua vincita netta di 50 x (5.00 – 1) = 200 €. Quindi, il vostro margine di rischio è di 200 € e, se vincete, il profitto netto sarà di 50 €. In realtà, scommettere contro la vittoria del Regno Unito a una quota di 5.00 è equivalente a scommettere a favore della vittoria a una quota di 1.25 = (200 + 50)/200.

Pagare le quote con commissione e senza commissione
I mercati di scommesse traggono i loro profitti dall'imposizione di una piccola tassa su ogni transazione. Le regole variano a seconda del mercato, ma le modalità tipiche sono queste: chi perde la scommessa non paga nulla, invece chi vince paga una percentuale, ad esempio il 5%, sui suoi profitti netti.

Quindi, ritornando all’esempio della scommessa a favore del Regno Unito, se le commissioni fossero del 5%, la quota al netto delle commissioni sarebbe pari a 4.61, corrispondente alla quota lorda di 4.80 vista in precedenza per le scommesse a favore. Se confrontate le quote dei mercati delle scommesse con quelle dei bookmaker, dovreste tenere in considerazione le commissioni, perché, per i bookmaker, non bisogna pagarle. Analogamente, mercati di scommesse diversi hanno diverse percentuali di commissione, quindi un mercato potrebbe avere offerte lorde migliori, ma un altro potrebbe avere migliori offerte nette. Se scegliete di confrontare le quote nette, la tabella delle quote che abbiamo riportato in precedenza andrebbe letta così:

BackLay
Quotes4.524.615.215.32
Volume (eur)200010005003000

N.B. Betfair impone una commissione del 1% sulle vostre vincite nette, quindi se scommettete somme ingenti (a favore o contro un evento) dovrete tenerla in considerazione.