Un altro arresto per lo scandalo delle commesse italiano

Il .

Un altro calciatore italiano è stato arrestato, perché sospettato di essere coinvolto nel recente scandalo delle scommesse: questa volta è il turno del difensore dell’Atalanta Andrea Masiello, 26 anni, arrestato lunedì perché sospettato di aver truccato la partita della serie A dello scorso campionato contro il Bari.

L’inchiesta in corso, oltre a Masiello, coinvolge anche otto dei suoi ex compagni di squadra.

Masiello

Sono sotto inchiesta le ultime nove partite della scorsa stagione del Bari, compreso il derby, che registrò una sconfitta per 2-0 contro il Lecce. Il Bari era avviato al pareggio, ma il Lecce si portò in vantaggio grazie a Masiello che segnò anche un goal. Masiello ora è indagato per frode e associazione a delinquere.

Masiello si è trasferito a Bari la scorsa estate dopo aver giocato per tre anni e mezzo nell’Atalanta; in precedenza aveva militato a lungo nella Juventus e nel Genoa. Gli altri giocatori indagati, ma non in stato di arresto, sono Marco Esposito, Daniele Portanova, Antonio Bellavista, Alessandro Parisi, Marco Rossi, Abdelkader Ghezzal, Nicola Belmonte e Simone Bentivoglio.

Da giugno più di trenta ex giocatori e altri personaggi del mondo del calcio sono stati arrestati perché sospettati di aver fatto parte del più grande scandalo della storia del calcio italiano: tra di essi figurano gli ex giocatori di fama internazionale Cristiano Doni e Giuseppe Signori.

Pin It