Right2bet esamina le quote dei Mondiali

Il .

Sono state disputate solo quattordici partite dei Mondiali, ma già un trend sta emergendo con chiarezza: i maggiori monopoli di stato europei stanno truffando i clienti offrendo loro quote sostanzialmente peggiori rispetto agli operatori privati.

Il monopolio svedese Svenska Spel è il maggior indiziato: offre quote inferiori del 36% rispetto agli operatori privati. Tradotto in soldoni: se finora aveste scommesso con Svenska Spel 10 euro sul risultato di ciascuna delle 14 partite, avreste ottenuto 76,80 euro in meno che non con gli operatori privati.

Right2bet plans to compile the odds offered by the biggest European monopolies on every World Cup game and to compare these to the odds offered by private operators. So far, supposing you placed a 10 £ bet on the correct outcome of each match, you'd have made the following betting with each monopoly:

Right2bet si propone di mettere a confronto le quote dei maggiori monopoli di stato europei su ciascuna delle partite dei Mondiali con quelle offerte dagli operatori privati. Finora, supponendo di aver scommesso 10 sterline sul risultato di ciascuna partita, con i monopoli statali avreste ottenuto i risultati seguenti:

monopolio danese (Danske Spil): 243 £
monopolio francese (FDJ): 225 £
Monopolio greco (OPAP): 224 £
monopolio olandese (De Lotto): 219 £
monopolio francese (PMU): 210,50 £
monopolio tedesco (Oddset): 191,50 £

Invece, scommettendo con gli operatori privati, vi sareste messi in tasca ben 261,70 £! Right2bet si propone di usare queste informazioni per informare i consumatori, le istituzioni economiche e quelle politiche del fatto che i monopoli giocano in realtà con carte truccate. Tutto ciò avviene in un contesto di lotta serrata: i governi di tutta Europa, infatti, stanno emanando leggi che scoraggiano, e in alcuni casi bloccano, l’offerta di servizi di scommessa privati.

I giocatori a cui non è permesso di scommettere tramite le agenzie private non solo hanno quote svantaggiose, ma a alla fine non vengono tutelati da chi di dovere. Gli operatori privati socialmente responsabili saranno pronti ad accollarsi tutte le responsabilità quando i governi li confineranno nell’illegalità, ma al loro fianco ne rimarranno molti, meno responsabili, che accetteranno comunque le scommesse.

Tuttavia gli operatori irresponsabili probabilmente offriraranno quote molto migliori rispetto a quelle dei monopoli: in questo modo, data anche la naturale tendenza dei giocatori a fluire verso le quote più vantaggiose, si svilupperà un mercato sommerso, basato su operatori privati non socialmente responsabili.

Sfortunatamente, gli operatori irresponsabili non offriranno lo stesso livello di tutela del cliente garantito invece dai loro colleghi più trasparenti: il giocatore, in ogni caso, ci rimetterà. I politici dovrebbero incoraggiare lo sviluppo degli operatori privati responsabili in modo che i giocatori abbiano quote vantaggiose e siano allo stesso tempo tutelati.

Noi di Right2Bet continueremo la nostra campagna per tutto il prosieguo dei Mondiali, e riferiremo i nostri risultati ai politici europei. Se volete sostenerci, è possibile aderire alla nostra raccolta firme, oppure seguirci su Twitter e su Facebook per rimanere aggiornati sui risultati che otterremo.

Pin It