La resistenza olandese sul monopolio delle scommesse non basta

Il .

Il Commissario Charlie McCreevy è giunto alla conclusione che il governo olandese stia espandendo il suo mercato del gioco d'azzardo in palese contraddizione con le regole del mercato europeo. Questo è ciò che McCreevy ha scritto a marzo di quest’anno in una lettera di risposta alla difesa olandese del tanto criticato monopolio sulle scommesse. È palese la contraddizione con le affermazioni fatte dallo stesso governo olandese.

McCreevy

Pubblicità
McCreevy afferma che i Paesi Bassi non l’hanno informato correttamente sulla diminuzione delle spese pubblicitarie della Lotto. Nel 2004 e nel 2005, la pubblicità sarebbe dovuta costare rispettivamente 14.1 e 12.6 milioni di euro, mentre nei rapporti annuali le somme citate sono maggiori del 50% circa.

Inoltre, i dati ricavati dalle ricerche della Nielsen Media indicano che il numero di annunci pubblicitari della Lotto è aumentato del 42 per cento tra il 2002 e il 2004 e la durata totale degli spot radiofonici e televisivi è cresciuta dello stesso ordine di grandezza. Gli introiti pubblicitari dichiarati di recente non sono altro che una montatura, secondo McCreevy.

Dipendenza
McCreevy mette anche in discussione il fatto che il totale delle persone dipendenti dal gioco d’azzardo nei Paesi Bassi dovrebbe essere in diminuzione. Sull’argomento legale che afferma che la regolazione delle scommesse dovrebbe ridurre le attività illegali e criminali, il Governo olandese non ha alcuna prova, secondo quanto scrive McCreevy. Egli sottolinea anche che il totale delle opportunità di scommessa è cresciuto negli ultimi due anni.

Aumento del gioco d’azzardo
“Dati gli accertamenti sopracitati, la Commissione, nonostante la risposta delle autorità olandesi, ritiene che diversi fattori suggeriscano che il governo olandese stia espandendo il suo mercato del gioco d’azzardo” scrive McCreevy. Pertanto Bruxelles conclude che non sussistono validi motivi per impedire alle società di scommesse provenienti da altri stati europei di fare il loro ingresso nel mercato olandese.

Pin It