Il Ministero della Giustizia olandese scrive ai siti di scommesse online

Il .

Il Ministero della Giustizia ha di nuovo dichiarato al Procuratore della Repubblica che saranno presi provvedimenti legali contro tre siti di scommesse. Le società Internet coinvolte hanno come obiettivo specifico il mercato olandese. Il Ministro della Giustizia non ha ancora rivelato quali siti Internet di scommesse sono coinvolti, ma tutti sanno che il governo sta già controllando gli stessi tre siti da qualche tempo. Il bookmaker Unibet è già stato implicato in precedenza in diversi casi che coinvolgono il governo olandese. "Dà al pubblico olandese una possibilità di scommettere, anche se i fornitori non possiedono una licenza, cosa che è proibita nei Paesi Bassi" ha affermato Wim van der Weegen del Ministero della Giustizia.

Inoltre, il Ministro ha spedito una lettera a tre canali televisivi, compresi RTL e Veronica. Nella lettera, si dice alle emittenti di interrompere la trasmissione e la produzione di pubblicità per i siti Internet che si occupano di poker, e pure tutte le altre forme di sponsorizzazione dei siti di poker, poiché in questo modo il "gioco d'azzardo illegale" sarebbe facilitato. "Essi (i siti Internet di poker) violano la normativa sul gioco d'azzardo" ha affermato Van Der Weegen.

Il produttore di sei famose trasmissioni di poker, Simple Media, ha ricevuto una lettera dal Dipartimento di Giustizia. Woldberg Laurens della Simple Media ha replicato dicendo: "Siamo sorpresi, perché non abbiamo fatto nulla di male. Creiamo delle trasmissioni rispettando totalmente la legge e in tali programmi si gioca senza usare soldi veri. Direi anzi che le trasmissioni di poker fanno riferimento ai siti di poker, ma solo a quelli gratuiti dove è possibile giocare a punti anziché con soldi veri."

Il Pubblico Ministero ora esaminerà il caso in dettaglio per vedere se saranno necessari ulteriori provvedimenti. Gli avvertimenti precedenti da parte del Ministero della Giustizia ai vari siti Internet affinché interrompessero le loro attività non hanno avuto alcun effetto. I siti di scommesse affermano di non violare la normativa, poiché sono in possesso di regolari licenze, rilasciate in altri paesi europei. Pertanto, in regime di libero scambio all’interno dell’Unione Europea, queste licenze sarebbero legali anche nei Paesi Bassi.

Pin It