Il governo belga impone controlli sui siti di scommesse

Il .

La nuova normativa belga relativa ai giochi d’azzardo impone che i siti di scommesse debbano essere regolarmente registrati in Belgio, sia come ragione sociale sia come server. Inoltre, la commissione che si occupa del gioco d’azzardo ha stilato una lista nera di siti di scommesse non autorizzati che i provider dovranno provvedere a bloccare.

Il Consiglio dei Ministri ha redatto una proposta di legge, che il Segretario di Stato, Carl Devlies, ha approvato lo scorso venerdì. L’ultimo emendamento della legge sul gioco d'azzardo fu discusso il 7 maggio 1999 e non si occupava del gioco d'azzardo online. In quel periodo si era vociferato di una normativa europea comune, ma la Commissione Europea ha deciso il mese scorso che la giurisdizione in materia deve essere delegata agli stati membri, che approveranno ciascuno le proprie regole.

Poiché solo le aziende con sede in Belgio e licenza emessa in Belgio avranno il permesso di operare, Devlies spera di tenere sotto controllo più efficacemente il mondo del gioco d'azzardo. Ha immediatamente precisato che un tale controllo non sarebbe possibile, qualora il server in questione si trovasse in uno stato straniero.

Sanzioni ai giocatori
Occorre notare che, stando a questa legge, possono essere sanzionati anche i giocatori. In precedenza, le sanzioni gravavano solo sugli operatori oppure su coloro che si occupavano della pubblicità e del reclutamento dei giocatori. Tutti coloro che scommetteranno con un’agenzia priva di licenza riceveranno una sanzione amministrativa. In tal modo si garantisce la retroattività della norma.

Stop alle carte di credito
Secondo la proposta di legge, l’età minima per scommettere legalmente online sarebbe portata ai 21 anni. I mezzi con cui i siti di scommesse online potranno accettare depositi o pagamenti saranno limitati, perché anche i siti di scommesse con regolare licenza non avranno il permesso di accettare depositi con carta di credito.

Pin It