Hirsch Ballin vuole combattere il gioco d’azzardo online

Il .

Il Ministro della Giustizia Hirsch Ballin vuole combattere il "problema" del gioco d’azzardo su Internet. Le banche e i gestori di carte di credito non potranno più avere rapporti economici con i siti di scommesse. Il governo è preoccupato per il numero crescente di persone che usano Internet per partecipare a giochi illeciti di qualsiasi genere, offerti da aziende straniere, in particolare il poker che è diventato sempre più popolare su Internet, creando dipendenza soprattutto tra i giovani.

hirschballin

Con questo provvedimento i Paesi Bassi seguirebbero l’esempio degli Stati Uniti, che hanno già introdotto una normativa che proibisce ai gestori di carte di credito di emettere pagamenti a favore dei fornitori di scommesse online. Lo scorso anno il partito politico olandese dei cristiano-democratici ha proposto una legge simile anche per i Paesi Bassi.

Secondo il Ministro della Giustizia, circa trenta importanti siti di scommesse stanno reclutando clienti olandesi. Attraggono circa 400.000 giocatori, creando un utile che va dai 90 ai 280 milioni di euro all’anno. Hirsch Ballin vuole una lista nera di siti di scommesse illegali da girare alle banche e ai gestori di carte di credito.

Nei Paesi Bassi, la Lotto ufficialmente è la sola azienda che si può occupare di scommesse online. Tuttavia, anche molte aziende estere sono attive nei Paesi Bassi grazie a Internet. Il Ministro proibisce alle istituzioni finanziarie di continuare a cooperare nei pagamenti relativi alle scommesse illegali. Auspica che le istituzioni economiche osservino questo divieto. Se non lo faranno, saranno perseguite.

Pin It