Famoso arbitro cinese in carcere

Il .

In Cina nove arbitri di calcio sono stati condannati alla detenzione, fino a sette anni, in seguito allo scandalo delle scommesse: tra di essi c’è il celeberrimo Lu Jun, che è stato eletto per ben due volte miglior arbitro del continente asiatico e ha raggiunto l’apice della carriera durante i mondiali del Giappone e della Corea del Sud nel 2002.

A dicembre in Cina è iniziato un giro di vite su larga scala contro le scommesse clandestine e le partite di calcio truccate.

In totale sono passati sul banco degli imputati sessanta tra giocatori, allenatori, dirigenti e arbitri, tra l’altro sospettati di aver ricevuto denaro delle scommesse per influenzare i risultati delle partite. Le partite incriminate sono sia del campionato cinese sia amichevoli.

Il governo cinese ha iniziato un’imponente campagna contro la corruzione del calcio nel 2009. Dopo anni di scandali, l’immagine del calcio cinese è talmente deteriorata che molti tifosi hanno abbandonato le squadre locali, per iniziare a tifare club europei. L’operazione di pulizia anticipa di poco l’inizio del campionato cinese, che partirà il 10 marzo.

Pin It