Le mire di PartyGaming su Bwin: affare da 1,76 miliardi di dollari

Il .

Party Gaming Plc sta progettando di acquisire la Bwin Interactive Entertainment AG: la scalata è valutata in 1,76 miliardi di dollari e darà origine alla maggiore azienda di scommesse online quotata in Borsa.

Dopo l’acquisizione, l’azienda, che in bilancio ha un attivo di 682 milioni di euro, sarà per il 51,6 per cento di proprietà della Bwin, società con sede a Vienna, e per il resto di proprietà della PartyGaming di Gibilterra, stando a quanto hanno affermato oggi le due aziende in un comunicato stampa. La nuova azienda sarà quotata sulla piazza di Londra e sarà una delle principali al mondo ad occuparsi di poker, scommesse sportive, gioco d’azzardo e lotterie online.

"Dal punto di vista aziendale, si tratta di una mossa allo stesso tempo offensiva e difensiva" ha affermato Gianfranco Bonacina, analista dell’Equita SIM SpA di Milano. "In Europa , sia Bwin sia PartyGaming stanno perdendo quote di mercato a tutto vantaggio di Pokerstars e Fulltilt, quindi non possono che trarre vantaggi dalla loro fusione. Sul mercato statunitense, invece, la mossa è offensiva: vogliono attaccare quel mercato e, se si fondono, sono in una posizione migliore."

La transazione rispecchia la pressione che le aziende di scommesse si trovano ad affrontare: la concorrenza si è rafforzata a seguito dell’apertura dei mercati europei e il governo degli Stati Uniti sta iniziando a consentire alle aziende estere di offrire servizi sul mercato interno, riportando atti attualmente illeciti sotto l’ombrello delle tasse e della legalità.

Dopo l’annuncio le azioni di PartyGaming hanno fatto registrare un’impennata del 20 per cento, la maggiore dal dicembre del 2008.

Pin It