Betfair abbandona il mercato greco

Il .

Betfair

Due settimane dopo aver annunciato il ritiro della sua borsa scommesse dal mercato tedesco, Betfair, l’operatore online delle scommesse sportive e del casinò, ora è uscito dal mercato greco che, a suo avviso, è regolamentato in maniera poco chiara.

Il bookmaker online con sede a Londra ha affermato di non aver fatto finora domanda per la licenza che permette di operare sul mercato greco perché l’utilità e il valore di questo permesso restano "poco chiare"; l’azienda considera inoltre la legislazione greca relativa al mondo delle scommesse "non coerente con quella europea". “Inoltre, le condizioni fiscali connesse a questa licenza, che probabilmente comprendono una tassazione retroattiva, rendono il mercato poco attraente dal punto di vista economico” afferma Betfair in un comunicato stampa.

Betfair si è tuttavia impegnata a continuare a lavorare con la Remote Gambling Association (RGA) per "ottenere una legislazione che consenta una competizione regolare sul mercato". "Siamo però delusi che la Commissione Europea non abbia preso provvedimenti efficaci per prevenire un comportamento protezionista, quando in precedenza ha detto di avere intenzioni opposte" continua il comunicato stampa di Betfair.

"Il 5 novembre 2012 la Commissione greca per il mercato delle scommesse ha emanato norme che prevedono sanzioni pecuniarie e penali contro gli operatori che continuano a rimanere sul mercato senza licenza. Betfair ritiene che la legalità di questa decisione sia ancora tutta da dimostrare." "Tuttavia, fino a quando non sarà fatta completa chiarezza, abbiamo deciso di ritirarci dal mercato, pur continuando a sostenere l’impresa della RGA."

Prima di decidere di abbandonare il mercato Greco, Betfair aveva dichiarato una previsione di utili di 13 milioni di sterline, nonché un totale di 7 milioni di sterline di contributi da tutta la nazione nel corso del corrente anno fiscale.

Pin It